ESPOSIZIONE

Fotografia

VERNISSAGE
SABATO
9 NOVEMBRE 2019
ORE 17:00

CANVETTO LUGANESE
SPAZIO RISTORANTE

via R. Simen 14b
6900 Lugano

dal 5 novembre 2019 al 25 gennaio 2020

martedì–sabato 8.30–24.00

apertura straordinaria
25 dicembre 2019

Chiuso
dal 26 dicembre 2019
al 6 gennaio 2020

L’evento è stato introdotto da Alexandre Vogel, geologo presso il Canton Vallese.

Béatrice Devènes

Nata a Sion nel 1967, Béatrice Devènes già presto sui banchi di scuola si annoia e sogna una sola cosa: “scrivere con la luce”.

Nel 1989 ottiene il suo diploma dalla sezione di fotografia della scuola superiore di arti applicate di Vevey.

Inizia a collaborare come fotografa indipendente con quotidiani e riviste ma anche con l’agenzia Reuters.

Nel 1995 viene assunta presso il Tages-Anzeiger a Zurigo dove partecipa allo sviluppo della redazione fotografica.

Riprende in mano la macchina fotografica nel 2001 per immortalare nella “Berna federale” la scena politica svizzera.

Insieme al fotografo zurighese Dominique Büttner realizza a più riprese, nel 2008 e nel 2014, la foto ufficiale del Consiglio federale. Per i Servizi del Parlamento documenta il lavoro dei deputati e del Consiglio federale come anche le trasferte di delegazioni parlamentari estere in visita in Svizzera. Nel 2012 realizza per i Servizi del Parlamento le fotografie per un libro sul Palazzo federale, del quale conosce ogni angolo.

Ma non si accontenta di osservare la politica federale. Percorre anche la Svizzera in lungo e in largo e nel contempo partecipa alla realizzazione di numerose pubblicazioni (libri, prospetti, rapporti annuali e siti internet) come anche di campagne elettorali.

Assieme alla fotografa Monika Flückiger pubblica un’opera dedicata alla multiculturalità del quartiere bernese di Bümplitz-Betlehem.

Da qualche anno ama salire sulle cime delle alpi puntando il suo sguardo su paesaggi in via di estinzione, i ghiacciai.

Al giorno d’oggi la scomparsa dei ghiacciai è sulla bocca di tutti, ci preoccupa, ci inquieta. Il cambiamento climatico non è più solo un argomento per esperti. Riguarda tutta la società.

Ma non è sempre stato così. Nata in Vallese, Béatrice Devènes i ghiacciai li ha frequentati già in tenera età, senza veramente rendersi conto che un giorno non ci sarebbero più stati. Erano così imponenti, così immutabili, sembravano in effetti ancorati sulle vette per l’eternità.

Nel 2012, nell’ambito di un reportage sul ghiacciaio del Morteratsch, la fotografa percepisce la fragilità di questi giganti di ghiaccio. Qualche anno più tardi avvia un progetto fotografico volto a immortalare questi paesaggi ricchi di contrasti destinati a sparire. Tutti gli esperti traggono ormai le medesime conclusioni, ossia la scomparsa imminente della quasi totalità dei ghiacciai svizzeri.

Vernissage
La Stampa

Agenda Lugano

Rivista di Lugano – 1.11.2019